Archives

Human Network

Grazie al progetto Tweet Your Wines, ho conosciuto Luca Della Dora, di We Are Social, una conversation agency, che aiuta le marche ad ascoltare e comprendere le conversazioni che hanno luogo sui social media: tra queste anche Cisco.

Luca ha dedicato attenzione e spazio a TweetYourWines su CiscoIdeaImpresa, il blog di Cisco dedicate alle PMI; in seguito mi ha invitata a partecipare, lo scorso 18 Maggio, alla presentazione del progetto Cisco Idea Impresa.
Presenti all’incontro molti socialfriends coi quali, anche soprattutto on line, ci si confronta sui temi della collaborazione e delle nuove tecnologie.

Il programma prevedeva, dopo la presentazione della vision aziendale di Cisco, a cura del presidente di Cisco Italia David Bevilacqua, di fare focus concetto di collaborazione professionale “Lavorare social significa connettere persone non devices!”: l’evoluzione dello spazio di lavoro dall’ufficio analogico, alla postazione informatizzata, al “Post-PC World” in cui tutto dev’essere mobile e condivisibile.

Sara Puppis e Alexander Montuschi ci hanno spiegato com’è nato il progetto Idea Impresa, la cui centralità risiede nel concetto di human network (espresso col motto “Work-Live-Play-Learn” ), inteso come luogo di condivisione e dialogo tra persone provenienti da diversi ambiti (collaboratori interni Cisco, esperti esterni di web e marketing, rappresentanti delle PMI) con l’obiettivo di creare valore attraverso la collaborazione.

E poi è arrivato il momento forse più atteso: la chiacchierata con Guy Kawasaki (sì, lui, il former chief evangelist of Apple, Co-founder of Alltop.com., autore di Enchantment, etc),  in una sala di TelePresence (si vedano le foto per capire cos’è). Un’oretta investita a parlare di Social Media, collaborazione e PMI, comunicazione nel Web Sociale.

Pensare di essere sempre connessi, sempre in contatto con le persone che vuoi, sia per ragioni professionali sia per ragioni personali, è veramente una sensazione straordinaria: la tecnologia può davvero aumentare la qualità della vita.

Andando OT, l’altro giorno mi è capitato questo tweet in TL e credo che non necessiti di alcun commento.

 

Ritornando all’incontro in Cisco, durante tutto il tempo sono stata però pervasa da un sensazione di inadeguatezza e di estraneità, dovuti ad alcuni pensieri che si rincorrevano.

Continuavo a pensare alle aziende con le quali collaboro e alle aziende del comparto vitivinicolo in generale: pensavo alla distanza tra queste realtà (almeno le italiane) e quello di cui si stava parlando; a quanto fossero troppo sofisticati certi strumenti, a quanto fossero distanti le cifre degli investimenti possibili, etc. E pensavo anche che il primo monitoraggio che un’azienda vitivinicola fa non è sulla rete, ma nel cielo, per capire se le nuvole portano acqua o tempesta.
Ma poi è venuta in soccorso la chiacchierata con Kawasaki che ha ribadito alcuni concetti fondamentali dell’utilizzo (e della frequentazione, aggiungo io) dei Social Media: un concetto fra tutti è che sui Social Media devi conversare, rispondere, ringraziare relazionandoti, con tutti non solo con gli esperti; devi trasmettere la tua passione(*), la tua autorevolezza, affermandoti come esperto, non fare promozione. (**)

Concetti che, al di là del meteo e dello strumento, sono comprensibili e adottabili da chiunque, a prescindere dal numero di dipendenti, dal fatturato, dal prodotto.
Allora la sfida, quella vera, è proprio riuscire ad adattare i concetti e trovare gli strumenti più idonei alle esigenze di ciascuno.

Grazie ancora a Luca e a Cisco per l’opportunità e per la bella accoglienza.

…..
(*) su questo discorso della passione, ci ritorno il prima possibile.

(**)detto così, prima di parlare di strategie, essere social altro non significa che aver buon senso, buona educazione, insomma essere gli animali sociali che siamo e seguire le regole per una buona convivenza.

Share on Tumblr

Comments are closed.