Archives

Lettere di accompagnamento

Ho ricevuto in questi giorni una magnum di Pinot Grigio Metodo Classico di Santa Margherita.

Di seguito, il contenuto integrale, della lettera che lo accompagnava; in calce, ça va sans dire, la firma autografa di Lorenzo Biscontin.

Una lezione, a mio avviso, di cosa significhi saper costruire e mantenere relazioni.

gènio1 s.m. 1. Il nume cui gli antichi attribuivano la tutela di un luogo, di una persona, di un’istituzione: i g. familiari; i g. di Roma / Essere immaginario cui si attribuisce la ragione di una nostra scelta e del corrispondente risultato: così ha voluto il mio buon g. // estens. Spirito dotato di potere magico, che interviene nei racconti delle fate. 2. Disposizione naturale spiccata,attitudine, talento: avere g. per la musica / Indole: secondare il proprio g.; gusto: andare a g. a qlc., incontrarne l’approvazione / Carattere proprio e distintivo, fondato su una molteplicità di esperienze o di dati di fatto: il g. del cristianesimo; il g. della stirpe. 3. Eccezionale ed irripetibile capacità inventiva e creativa: il g. di Michelangelo, di Beethoven / La persona che ne è ritenuta in possesso // Con sign. attenuato, capacità di concretare quanto l’immaginazione e la fantasia suggeriscono: un uomo di g.

G. Devoto – G.C. Oli, Vocabolario della Lingua Italiana.

Per noi però parlare di genio nel vino significa innanzitutto parlare di genetica della vita e quelli del Pinot Grigio sono geni un po’ bizzarri, così ogni tanto danno luogo alle chimere: un acino bianco nel grappolo ramato o addirittura un acino diviso in due, metà bianco e metà ramato.

Un uva che cinquant’anni fa ha dato origine ad un vino fenomenale per l’enologia italiana: il Pinot Grigio Santa Margherita. La vinificazione in bianco di Pinot Grigio ha fatto uscire il genio dalla vite.

Un uva che tutti consideravano inadatta alla spumantizzazione col metodo classico, “manca il quadro acido” dicevano gli enologi, ma per celebrare un anniversario importante la bollicina è d’obbligo.

Ci sono voluti due anni di analisi e valutazioni ed un istante di incoscienza e presunzione per dire “va bene, partiamo” e mettere tutto il nostro genio in questa bottiglia. Così abbiamo esaudito il nostro desiderio di scrivere una nuova pagina della storia di Santa Margherita.

L’augurio è che facendolo uscire per degustare il primo spumante metodo classico monovarietale Pinot Grigio, si esaudiscano anche i vostri.

Lorenzo Biscontin | Direttore Marketing

 

Share on Tumblr

1 comment to Lettere di accompagnamento