Archives

Libri | World Wilde We

Questo libro, pubblicato a Luglio, sembra porsi a metà tra il sequel e il compendio del libro “Le tribù di internet” scritto una decina di anni orsono [dalla prefazione di Iabichino].

Un libro ( quasi un manuale) che evidenzia l’importanza fondamentale della nuova dimensione collaborativa del web: la B di web, nel titolo, è in secondo piano, lasciando appunto in evidenza il We, perché il web 2.0 siamo noi, le persone che lo compongono e lo vivono.

La De Baggis ci racconta di come sarebbe auspicabile progettare la presenza delle aziende su internet e realizzare, attraverso un buon utilizzo dei social media, un’utopia: aumentare i profitti delle aziende rendendo felici i clienti.

Per utilizzarli bene, il percorso delineato dalla De Baggis è lungo e richiede passaggi fondamentali, che definirei evolutivi: ridefinizione degli obiettivi ( da quantitativi a qualitativi), ridefinizione della relazione azienda-resto del mondo (da parassitismo a simbiosi), ridefinizione dell’approccio strategico ( dalla pianificazione&controllo alla condivisione&fiducia), e altro.

Un processo lungo e anche faticoso, dal quale però nessuno (e a maggior ragione nessuna azienda) può esimersi.

A chi lo consiglierei? A tutti coloro che hanno capito che internet non è solo un medium ma è uno spazio da vivere e condividire.

A chi non lo consiglierei? A chi pensa che fare attività di social media marketing significa aumentare gli accessi al sito: per quello esistono i banner, come ripete spesso la De Baggis.

World Wide We, Progettare la presenza online: le aziende dal marketing alla collaborazione, di Mafe De Baggis [Ed. Apogeo]

Share on Tumblr

Comments are closed.