Archives

Social media

 

L’uomo è un animale sociale, le persone non sono fatte per stare da sole, lo disse Seneca.
Ecco il perché del successo di FB, FF, Twitter, Xing, MySpace, etc.  Sui SM si fà esattamente quello che si farebbe in un qualunque altro luogo: conversare, socializzare, condividere, comunicare, informare, avvertire, scoprire, descrivere, manifestare, riferire, confidare, trasmettere e molto altro ancora.
C’è anche chi s’è innamorato e fidanzato tramite i SM: galeotto fu il tweet..

I social media hanno consentito l’abbattimento di barriere che senza i nuovi media e senza internet sarebbero state impossibili da valicare con questa facilità.  Basti pensare alla velocità con cui il nostro messaggio può raggiungere potenzialmente chiunque nel mondo e in qualunque posto.

Sono così cambiati anche le nostre azioni quotidiane, alcuni costumi: mattina e sera un tweet per dare buongiorno e buonanotte, le foto del matrimonio su Flickr, la ricerca del ristorante con l’IPhone, la lettura dei feed in metropolitana e dell’e-book in treno.

E la comunicazione d’impresa ha il dovere di adattarsi. Non è una scelta, ma una necessità; e le aziende che sapranno adattarsi meglio a questi nuovi paradigmi  avranno un grande vantaggio rispetto ai concorrenti.  Che l’azienda sia composta da 1, 10 o 100 persone, fa un’enorme differenza; ma le regole di base, valgono per tutti, un pò come la buona educazione….

Per affronatare al meglio i SM ricordate sempre di…

Ascoltare: è la cosa più importante. Non parlate ai consumatori. Non vogliono ascoltarvi, vogliono essere ascoltati. Vogliono la vostra attenzione.

Osservare, le persone; interessatevi, davvero, cercate di capire che cosa preferiscono, i gruppi che frequentano, come fareste con una persona appena presentata.

Accettare, quello che si dice della vostra azienda significa capire che se qualcuno parla male di voi c’è una ragione, e la cosa migliore non è cercare di censurare o nascondere perché non riuscirete, ma è capirne il motivo e migliorarsi: provare a relazionarsi e spiegarsi onestamente con chi si lamenta di voi è un primo passo.

Rispondere, quando siete chiamati in causa: la premessa per costruirvi una buona reputazione!
Rispondere significa non soltanto replicare quando viene detto qualcosa di sbagliato o falso su di voi, ma anche intervenire per segnalare contenuti interessanti prodotti da voi ma soprattutto da altri; integrate discussioni e rispondete alle domande poste  anche se non direttamente.

Creare contenuti, di interesse per i vostri potenziali clienti; elaborare informazioni che vi riguardano significa non soltanto curare al massimo i testi del vostro sito e del vostro blog ma anche creare video, foto e contenuti multimediali in genere.

Condividere i contenuti che avete creato e lasciate agli altri la libertà di condividerli. E’ il modo migliore di ottenere visibilità sui social media, dove l’informazione tende a essere diffusa di clik in clik. Condividete anche i contenuti che ritenete interessanti ma che sono stati creati da altre persone: è il modo migliore di instaurare relazioni con le persone su Internet e di ottenere credibilità!

Partecipare, sempre e dovunque: cercate di essere presenti nei principali social network e siti di settore, nei commenti dei blog importanti, fatevi trovare anche sui motori di ricerca. Su Internet cercare di portare le persone sul proprio sito per poi comunicare richiede molte più risorse che comunicare direttamente dove le persone sono: inoltre quest’ultima strategia risulta più efficace perché consente di targetizzare i propri modelli comunicativi a seconda delle persone presenti in ogni specifico ambiente virtuale.

Divertirsi. E sì, perché se ci si preoccupa troppo dei risultati e della strategia si rischia di apparire falsi. Sui SM bisogna essere creativi, disponibili a investire del tempo per parlare davvero con le persone, per guardare video, per scoprire ogni giorno cose nuove.

E visto che non ci occupiamo di bulloni ma di vino, prodotto emozionale (per eccellenza..),  cercate di trovare ‘la vostra’ maniera di trasmettere questo plus…

2 comments to Social media

You must be logged in to post a comment.