Archives

[Mini]marketing, maxi-ebook

screenminimkt1

Settimana scorsa Gianluca Diegoli ( [mini]marketing ), ha ‘pubblicato’ un libro, o meglio un e-book: ”91 discutibili tesi per un marketing diverso”, edito da Simplicissimus Book Farm .
Merita di essere scaricato (stampato) e letto, per cui mi unisco ai tanti che l’hanno già segnalato.
Diegoli, come si legge dal suo profilo, scrive un po’ per scherzo, un po’ per passione, un po’ per non fare sport; adora studiare le frattaglie del marketing; è (o è stato) web/marketing/product/communications manager.

Alcune tesi che hanno attirato maggiormente la mia attenzione..

Tesi_3
Le persone si relazionano prima di tutto con altre persone, non con aziende anonime. Incentivate le
persone in azienda a partecipare liberamente alla conversazione, come singoli, senza divise e loghi. La conversazione aziendale passa solo attraverso le persone.

Tesi_6
Nell’iniziare una conversazione, gli obiettivi aziendali devono essere in ordine di importanza per la
comunità: ricevere un feedback per migliorare il prodotto e incentivare lo scambio diretto di informazioni tra gli utenti.
Passaparola e posizionamento sui motori di ricerca verranno di conseguenza al raggiungimento di quegli obiettivi, ma non “sono” gli obiettivi.

Tesi_14
La vecchia “regola” per cui in fasi di recessione di mercato la pubblicità andrebbe aumentata – e non ridotta – non funziona. Se però sostituite – in quella regola– “pubblicità” con “conversazione” la comunità potrebbe contribuire a trovare nuove soluzioni alla crisi.

Tesi_17
Ogni critica ricevuta è un privilegio: vi ha pensato, e più di quanto voi abbiate pensato a lui. E sar�
l’ultima volta, se non aprite un dialogo.

Tesi_21
Non riuscirete più a separare la conversazione online dalla conversazione off-line.
Ne esiste una sola.

Tesi_38
La cultura della condivisione non ha nessuna possibile correlazione con il rischio che il vostro concorrente copi le vostre conoscenze. Ha ben altri metodi per farlo.

Tesi_67
Invece, potreste iniziare a descrivere la vostra storia, la storia, la passione delle vostre persone: iniziando da quando la vostra azienda non era solo ROI.

Tesi_72+74
La vostra reputazione non dipende da quanti sbagli fate. Ma da che tipo di sbagli fate, e da come rispondete a chi ve lo fa notare.
In questi casi la trasparenza è l’unica uscita di sicurezza: in ogni caso, aumenterà la vostra credibilità per il futuro. Tentare di nascondere un errore significa solo aumentare gli interessi sul costo che pagherete in reputazione.

Tesi_91
Non potrete calcolare precisamente il ROI della conversazione della vostra azienda, davvero. Pensate se vi conviene di più esserne parte o meno, di quella conversazione.

Credo che su queste tesi saranno argomento di riflessione.

Share on Tumblr

Comments are closed.